Biella è futurismo nella mostra “100% Italia”

“100% Italia” è una mostra che presenta gli ultimi cento anni dell’arte italiana, a partire dai primi anni del Novecento fino ai giorni nostri.  
Le città che hanno aderito a questo progetto sono Biella, Vercelli e Torino, ognuna delle quali ospita opere appartenenti a un diverso periodo storico.

Biella ha, quindi, l’opportunità di esibire i lavori  appartenenti al futurismo italiano in due delle location più rappresentative e affascinanti del Biellese:  Palazzo Gromo Losa e il Museo del Territorio. Nella prima sede sono raccolte tutte le opere del primo futurismo: quadri, tavole, riviste e manifesti dei più importanti artisti che hanno segnato gli anni dal 1909 al 1916, a partire da Filippo Tommaso Marinetti, fondatore del movimento, e Umberto Boccioni, rappresentati della pittura, fino ad arrivare ad Antonio Sant’Elia, il principale esponente nel campo dell’architettura. Al Museo del Territorio biellese sono esposte invece le opere del secondo futurismo che caratterizza il primo dopo-guerra fino agli anni ‘30.

Le altre città, Vercelli e Torino, ospitano invece opere di diverso genere e stile e vanno dalla metafisica (anni ’10) all’internazionalità (anni ‘90).

“100%Italia” ha collaborato con collezioni e archivi provenienti da musei, fondazioni, gallerie pubbliche e private e collezionisti che, insieme, hanno costruito un evento unico nel suo genere.

La mostra è aperta dal giorno 21 settembre del corrente anno e sarà disponibile al pubblico fino al 10 febbraio 2019. Di seguito gli orari di apertura delle sedi locali:
mercoledì – giovedì – venerdì 14:30-19
sabato e domenica 11-19

Vittoria Quaregna, V D LSSA

Please follow and like us: