#ioleggoperchè 2018

Eroi e antieroi letterari in libreria per parlare a chi li sa ascoltare

 Harry Potter e Hermione Granger, Victoria Roubideaux e “lo Svedese”, Aureliano Buendia e Guy Montag, Milton e Anguilla: tanti i personaggi, creati dalle penne di altrettanti grandi scrittori, che hanno raccontato le loro storie, venerdì 26 e sabato 27, ottobre nei locali delle librerie Giovannacci e Feltrinelli.

L’iniziativa, organizzata dalla professoressa Alessandra Garella nell’ambito del progetto #ioleggoperchè con la preziosa collaborazione delle due librerie biellesi, ha visto il coinvolgimento di circa trenta studenti del nostro Istituto che, indossati i panni dei protagonisti delle loro letture preferite, hanno restituito al pubblico presente i messaggi universali che la letteratura regala a tutti, soprattutto a noi giovani .

Sono stati gli studenti della IV A Liceo a rompere il ghiaccio venerdì da Giovannacci presentando il progetto “Adotta uno scrittore”, un’iniziativa legata al Salone Internazionale del Libro che permette ai ragazzi di incontrare uno autore italiano contemporaneo.  “Noi abbiamo avuto l’opportunità di conoscere Carlo Greppi”, hanno raccontato. “Con lui abbiamo parlato di tanti argomenti, da quelli che riguardano la nostra quotidianità fino a quelli più scottanti di attualità e politica. È importante per i giovani avere momenti di confronto con un adulto su tematiche legate alla storia contemporanea, che è la passione di Carlo e la protagonista principale dei suoi romanzi”.

Il secondo momento dell’evento è stato dedicato alla presentazione dei libri e dei personaggi letterari più amati dagli studenti. I più giovani di noi, gli studenti di II F, si sono concentrati sul fantasy, sicuramente il genere prediletto tra gli adolescenti, con le saghe di Harry Potter, Percy Jackson e Shadowhunters; le nostre compagne di III F hanno presentato e letto passi tratti da Cent’anni di solitudine e Fahrenheit 451; a seguire gli studenti di V hanno proposto il loro “inno all’amore e all’impegno” attraverso le parole di tanti capolavori da Un anno sull’altipiano a Una questione privata, da La ragazza con l’orecchino di perla a Canto della pianura, a tanti altri….

Per concludere, anche la professoressa Garella ha letto i passaggi dei suoi libri “del cuore”: I colori dell’incendio, Anime alla deriva e Ogni contatto lascia una traccia.

Il giorno successivo alla libreria Feltrinelli abbiamo ripetuto con successo le nostre performances.

Al di là del risultato del concorso legato all’iniziativa, con cui speriamo di conquistarci il premio di 1500 € in libri per la biblioteca d’istituto, siamo stati contenti di uscire dalla comfort zone dell’ambiente scolastico e di esserci messi alla prova con un progetto grazie al quale abbiamo dovuto esporci in prima persona e mettere in comune con un “pubblico” vero le nostre passioni.

Forse il messaggio che, coscientemente o no, abbiamo trasmesso è che nei libri tutti cerchiamo le parole di un amico. Del resto, lo sapeva già il giovane Holden Caulfield quando diceva: “Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira”.

 

Maria Zerbola, V F Liceo delle Scienze applicate

ioleggoperche2018
Please follow and like us: