Aggiornamenti Coronavirus

23/03/2020 18:25

Aggiornamento disposizioni personale ATA 20 marzo 2020

Aggiornamento disposizioni personale ATA 23 marzo 2020

CITTA’ STUDI- UFF.-LAB. ANALISI prospetto TURNI PRESENZE

PRESENZA LACT CORONAVIRUS

19/03/2020 9:07

Servizio di attenzione a distanza

18/03/2020 10:00

Indicazioni svolgimento attività didattica a distanza e adeguamento organizzazione OOCC

Nota Min.le prot. 388 17 marzo 2020 “Emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus. Prime indicazioni operative per le attività didattiche a distanza”

16/03/2020 20:00

COMUNICATO STAMPA MIUR

Coronavirus, Azzolina: via libera a ulteriori misure per il lavoro agile. Scuole aperte solo in caso di attività indifferibili
Stanziati 85 milioni per supportare la didattica a distanza,
43,5 milioni per la pulizia straordinaria degli ambienti scolastici
Salvaguardati i posti dei supplenti.

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera oggi al nuovo decreto legge sull’emergenza coronavirus. Previste, nel pacchetto del decreto, ulteriori misure per il lavoro agile nella Pubblica Amministrazione, che consentiranno ad esempio ai dirigenti scolastici di organizzare le attività da remoto e lasciare le scuole aperte solo per le attività “indifferibili”. Fino alla ripresa delle lezioni sarà possibile limitare al massimo le aperture degli edifici. La presenza del personale ATA (Ausiliario, tecnico, amministrativo), sarà prevista solo nei casi di stretta necessità, che saranno individuati dai dirigenti scolastici stessi. Lo annuncia la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Previsti, poi, 85 milioni per il sostegno alla didattica a distanza. Stanziati 43,5 milioni per la pulizia straordinaria degli ambienti scolastici al momento del rientro, risorse che le scuole potranno utilizzare per acquistare materiali per le pulizie, ma anche saponi e gel igienizzanti. Garantita la salvaguardia delle supplenze brevi: nessuno perderà il posto.

“La risposta della scuola, fin dalle prime ore di questa emergenza, è stata importante. Voglio ringraziare tutto il personale, i dirigenti, i direttori dei servizi generali e amministrativi, gli Ata, gli insegnanti, gli Uffici scolastici regionali, gli Ambiti territoriali per gli sforzi fatti in queste settimane. Ringrazio anche le famiglie, che stanno dando man forte”, sottolinea Azzolina.

“Il lavoro fatto in questi giorni dal governo è stato complesso. Per poter intervenire ulteriormente sul fronte del lavoro agile e per limitare alle attività indifferibili le aperture di uffici e scuole era necessaria, ad esempio, una norma primaria. Ringrazio la Ministra Fabiana Dadone: abbiamo collaborato per garantire, da un lato, la sicurezza dei dipendenti, dai Ministeri all’ultimo edificio scolastico, dall’altro per preservare il buon andamento dell’Amministrazione, come richiede la Costituzione. Importante anche il sostegno alle famiglie, attraverso i buoni per le baby sitter e i congedi parentali, necessari in questa fase di interruzione delle attività didattiche e dei servizi educativi. C’è, da parte dell’esecutivo, il massimo sforzo per sostenere famiglie, cittadini, imprese, lavoratori”.

“Come Ministero agiremo al fianco di tutta la comunità scolastica che sta dimostrando e continuerà a dimostrare grande responsabilità. La scuola continuerà a essere un presidio dello Stato – prosegue la Ministra -. Lo facciamo anche attraverso gli stanziamenti che abbiamo proposto da viale Trastevere e che sono stati approvati dal governo”.

Gli 85 milioni deliberati serviranno ad agevolare il lavoro delle Istituzioni scolastiche che si stanno dotando di piattaforme e di strumenti digitali per l’apprendimento a distanza o che stanno potenziando gli strumenti che avevano già a loro disposizione.

Queste risorse serviranno “anche per mettere a disposizione degli studenti meno abbienti dispositivi digitali per l’utilizzo delle piattaforme per la didattica a distanza e per la connessione alla Rete”. Una parte degli stanziamenti sarà destinata, poi, alla formazione del personale scolastico sul fronte della didattica a distanza. “Questi fondi vanno incontro alle richieste che ci stanno pervenendo dalle scuole e dalle famiglie. Stiamo ascoltando tutti. E la nostra task force è al lavoro ogni giorno per rispondere a piccole e grandi esigenze che emergono dagli istituti di tutta Italia”.
Roma 16 marzo 2020.

13/03/2020 14:08

COVID19 – Aggiornamento disposizioni personale ATA – 13 marzo 2020

CITTA’ STUDI- UFF. LAB. ANALISI – prospetto TURNI PRESENZE

PRESENZA LCT – CORONAVIRUS

12/03/2020 15:14

Decreto ATA – disposizioni urgenti COVID19 – Aggiornamento

10/03/2020 09:03

Gazzetta Ufficiale del 9 marzo 2020

09/03/2020 13:38

Decreto 8 marzo

09/03/2020 9:28

Leggi le istruzioni operative

08/03/2020 11:00

Leggi il DPCM dell’8 marzo 2020

05/03/2020 07:29

Dalla disposizione del CdM del 4 marzo 2020: “…limitatamente al periodo intercorrente dal giorno successivo a quello di efficacia del presente decreto e fino al 15 marzo 2020, sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università… “

Leggi le disposizioni del Consiglio dei Ministri del 4 marzo: http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/DPCM4MARZO2020.pdf

02/03/2020 22:15

02/03/2020 19:20

01/03/2020 16:03: attività 2 e 3 marzo

Al fine di agevolare l’effettuazione di un’attività straordinaria di igienizzazione da
parte del personale ATA, secondo le specifiche tecniche definite dall’unità di crisi regionale,
nella mattinata di lunedì 2 marzo i docenti si recheranno in Istituto solo per necessità
legate alla didattica personale
limitando il loro accesso alle aree degli uffici, della biblioteca
e dell’aula insegnanti sia in Sede Centrale sia nella Succursale di Città Studi. Nel
pomeriggio di lunedì 2 marzo avrà luogo l’incontro precedentemente calendarizzato con i
docenti neo immessi in ruolo (aula 39).

Convocazione dei docenti appartenenti ai Consigli di Classe delle classi quinte martedì 3 marzo p.v.
ore 08.30 5° Ind. Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate sez. A – B – C – F, 5° Ind. Liceo Scientifico Sportivo sez. A;
ore 09.15 5° Ind. Informatica e telecomunicazioni art. Informatica sez. A – B;
ore 09.45 5° Ind. Meccanica, Meccatronica ed Energia art. Meccanica e Meccatronica sez. A-B;
ore 10.15 5° Ind. Elettronica ed Elettrotecnica art. Elettrotecnica sez. A;
ore 10.45 5° Ind. Ind. Sistema moda art. Tessile, Abbigliamento, Moda sez. A;
ore 11.15 5° Ind. Chimica, Materiali e Biotecnologie art. Biotecnologie sanitarie sez. A – B, 5° Ind. Chimica, Materiali e Biotecnologie art. Chimica materiali sez. A;
ore 12.00 Corso Serale sez A: 5SER-EE.ELT – 5SER-IT.INF – 5SER-MME.MEC, Corso Serale sez B: 5SER-CMB.CBS – 5SER-AFM. (Attività rinviata)

Martedì 3 marzo p.v., alle ore 14.15, presso l’aula 39 della Sede Centrale, sono convocati i docenti appartenenti ai Consigli di Classe delle classi 2A – B D – E LS.SA , 2C – F – G LS.SA.M e 2ALS.SP (Attività rinviata)

01/03/2020 12.20

29/02/2020 23:12

Leggi il COMUNICATO STAMPA del DIRETTORE GENERALE dott. Fabrizio MANCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE

Leggi il documento di intesa tra Regione e USR su “Edifici scolastici – misure di igienizzazione”

Leggi il documento “Norme igieniche negli ambienti scolastici”

29/02/2020 19:39

A Torino – presso l’unità di crisi della Regione Piemonte – il Presidente della Regione Cirio ha deciso e tra stasera e domani arrivano istruzioni per il “graduale riavvio” delle attività nella nostra regione. 
”  Il presidente della Regione ha annunciato che gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di tutto il Piemonte torneranno tra i banchi mercoledì prossimo, 4 marzo. “
Leggi qui la notizia sul sito della Regione Piemonte

28/02/2020 13:16

BIELLA, 28 febbraio 2020

In attesa di comunicazioni ufficiali da parte del MIUR che sta valutando alcune proposte della Regione Piemonte per il riavvio delle attività scolastiche, si comunica che a partire da lunedì 2 marzo p.v.:

– ripresa attività del personale ATA e degli assistenti tecnici 
– ripresa attività laboratorio analisi
– ripresa attività del personale docente con incontri per un’analisi delle criticità e riprogrammazione delle visite d’istruzione/uscite didattiche e delle attività didattiche non sviluppatesi nei giorni di chiusura della scuola

Si invitano tutti a seguire il sito web della scuola per future comunicazioni
Il Dirigente scolastico

27/02/2020 10:42

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25/2/2020

24/02/2020 – 22:01

24/02/2020 – 21:57

Comunicato MIUR:

24/02/2020 – 18:58

Visite di istruzione – parere legale

24/02/2020 – 16:16

DAL SITO DELLA REGIONE PIEMONTE: il numero 800 333 444 è l’UNICO NUMERO VERDE della Regione Piemonte attivo e autorizzato a rispondere ad eventuali richieste di chiarimenti in merito all’ordinanza del 23 febbraio “Misure urgenti in materia di contenimento del contagio da coronavirus”, oltre che a ricevere segnalazioni di cittadini che riscontrano sintomi influenzali o problemi respiratori. Per informazioni è possibile inoltre scrivere un’email all’indirizzo: 800333444@regione.piemonte.it

Per tutte le persone che abbiano il sospetto di aver contratto il virus restano comunque sempre validi i numeri nazionali 1500 e 112.

Non esistono altri numeri ufficiali a disposizione dei cittadini piemontesi.

24/02/2020 – 14:35

24/02/2020 – 12:25

A seguito della chiusura della scuola in conformità all’ordinanza disposta dal Ministro della Salute d’intesa con il Presidente della regione Piemonte è possibile contattare l’Istituto per comunicazioni urgenti al numero 3204386718 in orario d’ufficio

24/02/2020 – 10:39

24/02/2020 – 10:30

Coronavirus, Azzolina: stop visite didattiche e viaggi istruzione Italia e estero
(sito MIUR)

24/02/2020 – 9:34

Aggiornamenti dall’Ufficio X – Ambito Territoriale di Biella

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19
(dal sito dell’USR Piemonte)

23/02/2020 – 23:30

Ordinanza contingibile e urgente n. 1

Il Ministro della Salute

di Intesa con il Presidente della Regione Piemonte

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019.

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;

Considerato che si sono verificati finora n. 6 casi in tre comuni del territorio della Regione Piemonte e che precisamente, come dettagliatamente illustrato nella relazione inviata dall’Unità di crisi della Regione Piemonte in data odierna al Ministero della Salute:

  • per 1 caso è stato accertato il contatto con un soggetto positivo del milanese;
  • per 3 casi si tratta di soggetti di nazionalità cinese rientrate da area interessata dal virus (Cina);
  • per 2 casi sono tuttora in corso gli accertamenti da parte del Servizio di igiene e sanità pubblica competente al fine di individuare la possibile fonte di trasmissione;

situazione che potrebbe allargare i focolai epidemici anche ad altri territori del Piemonte in quanto, non conoscendo con certezza la fonte e le modalità di diffusione, i casi di infezione possono essere ad oggi imprevedibili nei tempi, nei modi e nei numeri, considerando l’estensione del confine del Piemonte con la Lombardia da cui è riscontrabile una situazione di rischio che potrebbe essere l’origine di un caso di contagio e di altre situazioni di rischio attualmente sotto analisi;

Rilevata pertanto la straordinaria necessità ed urgenza di emanare disposizioni per contenere e contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 si devono adottare misure di contrasto e di contenimento alla diffusione del predetto virus;

Tenuto conto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale;

Preso atto dell’evolversi della situazione epidemiologica globale, del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e dell’incremento dei casi e dei decessi notificati all’Organizzazione Mondiale della Sanità;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 22 febbraio 2020, e ai sensi dell’articolo 32 Legge 833/78, articolo 117 D.L. 112/98 e articolo 50 D.L. 267/2000;

Art. 1

(Misure urgenti per evitare la diffusione del COVID-19)

  1. Allo scopo di evitare il diffondersi del COVID-19 nel territorio regionale, il Presidente della Regione Piemonte adotta straordinarie misure per il contenimento adeguato per contrastare l’evolversi della situazione epidemiologica.
  2. Le misure di cui al comma 1 sono le seguenti:
    1. Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa;
    2. Chiusura dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali (ivi compresi i tirocini), master, corsi universitari di ogni grado e università per anziani, con esclusione degli specializzandi nelle discipline mediche e chirurgiche e delle attività formative svolte a distanza;
    3. Sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 dei Codici dei beni culturali e del paesaggio di cui al D.L. 42/2004, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti o luoghi;
    4. Sospensione di ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale che estero;
    5. Previsione dell’obbligo da parte di individui che hanno fatto ingresso nel Piemonte da zone a rischio epidemiologico come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità di comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva.
  3. Costituiscono misure igieniche per le malattie a diffusione respiratoria sottoriportate:
    1. Lavarsi spesso le mani: a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
    2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
    3. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
    4. Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
    5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  • Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
    • Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate;
    • Considerare che i prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi;
    • Considerare che gli animali da compagnia non diffondono il Coronavirus COVID 19;
    • Evitare tutti i contatti ravvicinati;
    • Ricordare che i cittadini che presentino evidenti condizioni sintomatiche ascrivibili a patologie respiratorie, fra cui rientra il Coronavirus COVID 19, possono contattare il numero 1500, il proprio medico di base e le ASL di riferimento ovvero, solo in caso di reale urgenza, il numero 112 e che si devono evitare accessi impropri al pronto soccorso.
  • Le Direzioni sanitarie ospedaliere pubbliche, private, convenzionate ed equiparate devono predisporre la massima limitazione dell’accesso dei semplici visitatori alle aree di degenza.

Le strutture residenziali e semiresidenziali territoriali di post-acuzie, fra cui, ad esempio, RSA, RAF, CAVS, Centri Diurni, Comunità Alloggio, devono limitare l’accesso dei visitatori agli ospiti. 5. Si raccomanda fortemente che il personale tecnico (OSS) e sanitario si attenga alle misure di prevenzione per la diffusione delle infezioni per via respiratoria, nonché alla rigorosa applicazione delle indicazioni per la sanificazione e disinfezione degli ambienti previste dalla circolare ministeriale;

  • Deve essere predisposta dagli organismi competenti la disinfezione giornaliera dei treni regionali e di tutto il trasporto pubblico locale via terra, via aerea e via acqua;
  • Sono sospese le procedure concorsuali ad esclusione dei concorsi per personale sanitario;
  • Sono sospesi congedi ordinari del personale sanitario e tecnico nonché del personale le cui attività siano necessarie a gestire le attività richieste dall’Unità di Crisi.

Art. 2

(Durata e altre misure urgenti per evitare la diffusione del COVID-19)

I provvedimenti del presente decreto hanno efficacia dalla data della firma del presente documento fino a sabato prossimo 29 febbraio 2020.

La presente ordinanza è soggetta a modifiche al seguito del variare dello scenario epidemiologico. Ai sensi della vigente normativa, salvo il fatto che non costituisca più grave reato, il mancato rispetto delle misure di contenimento di cui al presente decreto è punito secondo le previsioni contenute del Codice penale.

Copia del Decreto è trasmessa ai Prefetti e ai Nuclei Antisofisticazione (NAS).

Torino, 23 febbraio 2020                           Alberto Cirio                                           Roberto Speranza

SCARICA IL PDF DELL’ORDINANZA

SCARICA IL PDF FIRMATO

VIDEO INTERVISTA AD ALBERTO CIRIO, PRESIDENTE DELLA REGIONE PIEMONTE

Please follow and like us:

1 comment on Aggiornamenti Coronavirus

I commenti sono chiusi.